L’AIC e la sfida dello Sviluppo sostenibile Proteggiamo la nostra “Casa Comune”

Testimonianze di azioni dei gruppi AIC sul territorio

Presentiamo di seguito 9 azioni AIC, realizzate sul territorio e presentate durante l’Assemblea AIC-2017; esse includono elementi di sviluppo sostenibile, come
l’educazione alla protezione dell’ambiente, la selezione dei rifiuti, l’uso di prodotti locali nelle distribuzioni di alimenti; la costruzione di una casa-modello con mattoni riciclati, gli orti collettivi, l’impianto di alberi per evitare l’erosione del terreno, l’impiego di pannelli solari.
(Vedere anche i progetti pubblicati sulla nostra Pagina Web: www.aic-international.org).

AIC Belgio – Waremme: distribuzione di alimenti per famiglie in situazione precaria

La ricetta per ottenere una distribuzione di alimenti di qualità tenendo conto dello sviluppo sostenibile è la seguente: favorire un’alimentazione equilibrata, proporre ogni settimana verdura e frutta di stagione, coinvolgere i destinatari e farli partecipare, valorizzare le diverse capacità delle persone attraverso azioni concrete, creare un clima favorevole, di rispetto e di amicizia, quando si ricevono i destinatari. Questo è ciò che propone ogni settimana il Gruppo di Waremme, in Belgio.

AIC Brasile – Campina Grande: educazione al rispetto dell’ambiente per 30 bambini e adolescenti di una comunità emarginata

Oltre alle attività di sostegno scolastico e ai pasti, le volontarie propongono laboratori di educazione alla pace e alla cittadinanza responsabile; di sensibilizzazione alla conservazione del pianeta per garantire un futuro migliore a tutti; laboratori artistici per favorire lo sviluppo del senso artistico e della cultura.

AIC Colombia – Mocoa: costruzione di una casa-modello con mattoni riciclati

Fabbricare mattoni ecologici per costruire una casa “modello”, è un esempio interessante di azione per lo sviluppo sostenibile, realizzata a Mocoa, in Colombia.
Il progetto ha l’obiettivo di produrre materiali utili partendo dai rifiuti e mette in evidenza quanto sia importante sviluppare idee innovatrici. Tutta la comunità è coinvolta in questo processo, compresi gli ospiti della Casa per anziani gestita dalle volontarie.

AIC Francia – Saint-Valery-en-Caux: orto collettivo

Le volontarie di Saint-Valéry-en-Caux hanno cominciato a coltivare un orto; gli obiettivi del progetto sono: offrire frutta e verdura sane e di stagione; ridare valore al lavoro agricolo e ai prodotti della terra. Questa attività permette alle persone in difficoltà di alimentarsi bene e di mantenere una tradizione che si va perdendo anche nelle campagne. E’ un’attività facile da realizzare a medio termine, ma richiede costanza e pazienza per affrontare i capricci della natura: nessun anno è uguale al precedente! Permette anche di imparare a vivere al ritmo delle stagioni.

AIC- Madagascar – Manakara/Vohipenho: agricoltura sostenibile

Da molto tempo le volontarie del gruppo AIC di Manakara praticano la coltivazione del riso insieme alle madri di famiglia e i loro figli più grandicelli, seguendo i consigli di esperti e tecnici dell’agricoltura che insegnano loro a proteggere l’ambiente e a migliorare il rendimento dei campi. Il gruppo AIC di Ambolos e Vohipeno si
dedica alla coltivazione di ortaggi e ad una piantagione di alberi da frutta. Ogni famiglia alleva polli ed utilizza i loro rifiuti come concime biologico. Questi due gruppi AIC collaborano con la diocesi di Farafangana al “Piano verde diocesano” che ha l’obiettivo di proteggere l’ambiente.

AIC Filippine – Pampanga: lotta contro l’erosione e fabbricazione di lampade solari

Grazie all’appoggio del Dipartimento dell’Ambiente e delle Risorse naturali (DENR), le volontarie AIC della regione di Pampanga nelle Filippine, hanno potuto cominciare una piantagione di alberi che ha la funzione di prevenire l’erosione dei pendii dei grandi argini costruiti ai piedi del vulcano per impedire che la lava raggiunga le zone abitate che si trovano nei dintorni. Inoltre alcune volontarie si sono specializzate nel montaggio di lampade solari, per poterle vendere alle famiglie in difficoltà ad un prezzo equo; l’obiettivo è triplice: evitare a queste famiglie di consumare elettricità, che è molto costosa; eliminare l’utilizzo delle candele, che frequentemente causano incendi; proteggere l’ambiente, perché queste lampade solari non producono inquinamento.

AIC Regno Unito: educazione allo sviluppo sostenibile

Le volontarie AIC sensibilizzano le comunità parrocchiali e le scuole allo sviluppo sostenibile, mediante una educazione concreta e pratica mirata al rispetto  dell’ambiente e all’adozione di una vita semplice, in solidarietà con i poveri. Tutti sono invitati a compiere semplici gesti, come controllare e ridurre il proprio consumo di energia mediante un buon isolamento e l’uso di lampade basso consumo; riutilizzare gli avanzi dei pasti; condividere i tragitti in automobile per recarsi al lavoro o a scuola, ecc.

AIC Vietnam – Ho Chi Minh: selezione dei rifiuti

La quantità della spazzatura e dei rifiuti attualmente è un problema della società e dell’ambiente. Una migliore separazione dei rifiuti, correttamente effettuata da tutti alla base, può permettere di diminuire i costi e di ridurre l’inquinamento dell’ambiente; inoltre faciliterà il trattamento dei rifiuti e la successiva riutilizzazione e ridurrà lo spreco. L’obiettivo di questo progetto è motivare la società a migliorare la selezione dei rifiuti; ognuno è invitato ad impegnarsi concretamente in questo processo.
“La prossima volta che cambierete il  vostro sacchetto della spazzatura, date un’occhiata e chiedetevi: c’è qualche cosa che non ci dovrebbe stare? Datevi l’obiettivo di riuscire a ridurre della metà i rifiuti prodotti in casa vostra”.

AIC USA: distribuzione sostenibile di alimenti

Le volontarie AIC hanno cambiato la loro distribuzione di alimenti con per renderla più sostenibile: per esempio hanno incluso più frutta fresca e verdure di stagione; aiutano le persone e valutare bene la quantità di prodotti di cui hanno bisogno e che ragionevolmente possono consumare, in modo evitare lo spreco, ecc. Le volontarie ci dicono che la distribuzione di prodotti freschi alle persone nel bisogno è solo un piccolo passo verso un migliore utilizzo delle risorse naturali e che il
loro gruppo si sta impegnando per migliorare ancora in futuro la sostenibilità della loro azione.

Conclusione

Questi esempi ci aiutano ad accettare a poco a poco l’idea di un cambiamento nel nostro modo d vivere; ad essere più sobri nell’uso dell’energia; ad avere più rispetto della natura e degli esseri umani. Al seguito di Papa Francesco e delle Nazioni Unite, che ci richiamano all’ urgenza di proteggere il nostro pianeta,  impegniamoci concretamente per accettare questa sfida e pensiamo alle generazioni future!

 Impegniamoci a compiere quotidianamente in casa nostra un piccolo gesto per la protezione dell’ambiente.
 Nel nostro gruppo AIC discutiamo insieme per vedere quali aspetti dello sviluppo sostenibile possiamo introdurre nelle nostre azioni.
 Appoggiamo le iniziative promosse dalle autorità locali, regionali o nazionali nel campo dello sviluppo sostenibile. Uniti si ottengono risultati migliori!

Proposta dell’ AIC per la riflessione:

1. Se possibile visitate durante la riunione la Pagina Web: www.aicinternational.org, nella quale troverete maggiori informazioni sui progetti presentati; pensate se possono darvi delle idee che vi stimolino a tenere conto dello sviluppo sostenibile nelle azioni del vostro gruppo.
2. Quali iniziative hanno proposto le autorità pubbliche del vostro territorio per nel campo dello sviluppo sostenibile? In che modo potreste impegnarvi per
appoggiarle e per portare nuove idee?
3. Dopo avere letto le tre schede di formazioni sulla protezione della nostra “Casa Comune”, che impegni concreti decidete di prendere come gruppo per prendervi
cura della nostra Casa Comune?
4. Che cosa vi sembra di avere imparato dopo aver letto e discusso queste tre Schede sulla protezione della casa comune?


Tags: