Omelia dei Vespri dei Beati della Famiglia Vincenziana

 

Cari fratelli tutti,

con gioia e gratitudine celebriamo quest’anno giubilare che segna l’inizio del Carisma Vincenziano, 400 anni dopo l’accoglienza del dono da parte di San Vincenzo de Paoli, testimone singolare di fede e di carità nella Chiesa.L’unità armoniosa della vita di San Vincenzo dal 1617, girò attorno a queste due parole: Carità e Missione. Due parole, due atteggiamenti fondamentali, due parole che sono un programma e che ci aiutano a vivere la fede e che, nel corso dei secoli, sono rimaste fresche e dinamiche, grazie all’intensità della vita di molti membri della Famiglia Vincenziana.Oggi, siamo qui in questa Basilica di La Milagrosa per pregare insieme, partecipando, in virtù dell’azione dello Spirito Santo, alla stessa preghiera sacerdotale di Gesù Cristo, uniti con tutta la Chiesa pellegrina in Spagna a pregare senza stancarsi “dal sorgere del sole al il suo declino “. Un motivo speciale per la nostra preghiera è quello di elevare la nostra gratitudine, la lode e l’adorazione al Padre per la testimonianza dell’amore di 60 membri della nostra Famiglia Vincenziana. 60 uomini e donne di età diversa, ma tutti fedeli al Vangelo di Gesù Cristo al punto di dare la propria vita all’amore. Domani, saranno proclamati solennemente come nuovi “beati”. Tra questi abbiamo:

24 Missionari della Congregazione della Missione, predicatori del Vangelo e apostoli della carità,
16 Fratelli Coadiutori della Congregazione della Missione, collaboratori nell’evangelizzazione dei poveri con generosa abnegazione e devozione a Dio e ai poveri,
2 Figlie della Carità infermiere dedicate alla cura dei pazienti ammalati di tubercolosi dell’ospedale del Spirito Santo a Santa Coloma de Gramagnet (Barcellona) al momento del martirio,
5 sacerdoti diocesani e animatori spirituali delle Figlie della Carità e membri dell’Associazione dei Figli di Maria in varie città di Murcia.
13 laici dell’associazione dei Figli di Maria della Medaglia Miracolosa di Madrid e di Cartagena.

La narrazione della biografia e del martirio di questi esempi di santità e di identificazione con Gesù Cristo, ci mostra che sono coraggiosi testimoni della fede in mezzo alle persecuzioni, modelli di catechisti e profeti della carità nelle associazioni laicali vincenziane. Tra sacerdoti e laici che saranno beatificati ci sono apostoli di bambini e giovani, servi dei poveri e promotori di associazioni laicali (figlie e figli di Maria, l’Azione Cattolica e associazioni eucaristiche). Alcuni sacerdoti erano promotori di vocazioni sacerdotali e di persone consacrate, promotori di perdono e riconciliazione e organizzatori dell’azione missionaria della Chiesa.

Grazie a tutti per aver scelto di partecipare a questa celebrazione liturgica in questi giorni di gioia che si presentano come una bella copertina dell’anno giubilare vincenziano in Spagna. Questo evento, sotto l’azione dello Spirito Santo, ci aiuti e ci incoraggi a offrire a tutta la Chiesa i frutti della santità del carisma vincenziano.

Basilica de la Milagrosa, Madrid Spagna

10 novembre 2017


Tags: