In una nuova serie di tre video, P. Tomaz Mavrič CM ci invita a continuare ad approfondire il significato del carisma vincenziano, che celebra il suo 400° anniversario di quest’anno 2017.

Ricordiamo che nella prima serie di video pubblicati nel mese di gennaio, P. Mavrič ci ha invitato a guardare nella fede e nella carità, tre oggetti che appartenevano a Vincenzo de ‘Paoli: il cappello, il mantello e sandali.

Il primo di questa nuova serie, “La globalizzazione della carità” , e il secondo, “La vostra chiamata” ed è stato pubblicato pochi giorni fa. Presentiamo ora il terzo e ultimo.

In questo nuovo video, P. Tomaz Mavrič CM ci invita a rivolgersi alle periferie: Ascoltando le parole del Padre Generale e ammirando le bellissime immagini ho capito una cosa meravigliosa. L’invito di “andare alle periferie” del Padre Generale ha fatto risuonare nel cuore una frase del Vangelo. Nelle periferie avremo la Vita e l’avremo in abbondanza (Gv 10,10) perché conosceremo tanti fratelli e sorelle. Questo il miracolo di un carisma e di una vocazione.

P. Tomaz Mavrič CM ci dice:

Come famiglia Vincenziana siamo invitati ad uscire per andare verso le periferie, ma non da soli, neanche come uno o due rami. La Famiglia sta crescendo. Ed è molto importante che noi andiamo come una Famiglia, che progettiamo insieme, che operiamo insieme. Che noi, e questo ci permette di iniziare l’intero processo, preghiamo insieme.

Papa Francesco ha detto andate, andate verso le periferie. E questo è quello che ha iniziato a fare Vincenzo. Egli è uscito. Egli vorrebbe raggiungere ognuno di noi, ogni singolo membro della Famiglia Vincenziana, ogni singola persona e toccarli e toccarci così come lui è stato toccato 400 anni fa.

Link video in altre lingue:

Domande per il dialogo:

Dopo aver visto questo video insieme, siete in grado di rispondere alle seguenti domande:

  1. Papa Francesco più volte, e i nostri fondatori prima di lui, ci hanno invitato ad andare incontro ai poveri, ad andare alle periferie. Come lo stiamo facendo dentro il mio gruppo o la mia associazione vincenziana?
  2.  Come possiamo migliorare il nostro servizio e il nostro incontro con i poveri, i nostri signori e padroni?
  3.  Come stiamo aiutando i diversi rami, movimenti, o luoghi vincenziani nel mio ambiente? Possiamo fare di meglio?

Presentazione generale di questa serie de video

Il 2017 è per noi l’anno del carisma. A differenza di altri fondatori, s. Vincenzo non ha avuto visioni o voci dall’alto. Lo Spirito Santo lo ha sorpreso e interpellato in due momenti che gli hanno rivelato due povertà: «Il povero popolo muore di fame e si danna». Dunque una duplice fame: di Parola e di Pane, cui corrisponde una duplice Morte: del corpo e dell’anima. Vincenzo, che dopo i fallimenti del primo decennio della sua vita sacerdotale, testimoniati dalla lettera alla madre di volersi ritirare onoratamente per passare il resto dei suoi anni con lei (I,18), aveva cominciato a riprendersi e a convertirsi alla carità per Dio e per i poveri. Folleville e Châtillon furono gli agguati di Dio. Vincenzo da quel momento trovò la missione della sua vita che diede un senso e una direzione alla sua vita e dà senso alla nostra vita di membri della famiglia vincenziana.

Per questo all’inizio del nostro anno “santo”, o anno “carismatico”, il Padre Generale Tomaz Mavric, facendo tesoro di un suggerimento di un confratello, ha deciso di comunicare con tutti singolarmente i membri della Famiglia Vincenziana con brevi messaggi in video facilmente visibili grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Ha cominciato con alcuni ricordi del santo: il mantello, il cappello e i sandali. Si trovano nella Casa della Missione di Torino dall’epoca della Rivoluzione Francese. Si continua con questa nuova serie di tre nuovi video, ci invita ad approfondire il carisma vincenziano:

  • Globalizzazione della carità
  • Vocazione
  • Verso le periferie

Inizialmente saranno diffusi in otto lingue: spagnolo, inglese, francese, portoghese, sloveno, slovacco, polacco e italiano. Ma desideriamo arrivare presto a aggiungere altre lingue locali.

Questa operazione è stata possibile perché ci si è affidati a Piotr Dziubak, un cineasta che ha al suo attivo film e documentari, a cui ha lavorato (Alcuni titoli: “De Gasperi-mio padre”; “Santo subito. Alle periferie del mondo con Giovanni Paolo II”; “Liszt”; “Das Fenster zur Welt – 50 Jahre Zweites Vatikanisches Konzil”).

Video per gentile concessione di il canale YouTube di CMGlobal, basato su un’idea di P. Luigi Mezzadri, CM, e diretto da Piotr Dziubak.


Tags: