ultime notizie su COVID-19

La grazia che trasforma i cuori e ci rende fratelli

da | Ago 17, 2020 | Formazione vincenziana | 0 commenti

Ci sono canti cristiani che sono  universalmente noti e che sappiamo canticchiare o quantomeno la loro melodia ci è familiare. Uno di questi  è “Amazing Grace”, una canzone che alcuni potrebbero identificare, almeno per quanto riguarda lo stile, con gli spirituals cantati dalla comunità afroamericana durante i terribili tempi della schiavitù in Nord America nei secoli passati. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità. Non è una composizione di afroamericani.

Il nome dell’autore è John Newton [1725-1807]. La storia di Newton è curiosa: prima della sua conversione al cristianesimo, era un marinaio inglese che commerciava in schiavi africani e che, nell’esercizio di questo vile mestiere, rimase paralizzato ad una gamba per via di un arpione. Dopo la sua conversione, la vita di Newton cambiò radicalmente: fu riconosciuto da cristiani e non cristiani come difensore della libertà e dei diritti umani e come abolizionista dichiarato che lottava per sradicare la tratta degli schiavi dal suo Paese.

Negli ultimi mesi abbiamo imparato con sgomento che il razzismo e la discriminazione razziale non è qualcosa che risale ai tempi di John Newton, ma è ancora molto presente in molte delle nostre società. Noi cristiani crediamo non solo nella dignità della persona umana così come proclamata nella Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo dell’ONU, ma anche nella fratellanza universale che ci rende fratelli e sorelle, figli dello stesso Dio. Ogni atto di razzismo è anti-evangelico, e i cristiani devono chiedere perdono per i tempi in cui siamo caduti in questo grave peccato, e lavorare instancabilmente per liberare il nostro mondo da questo flagello, in tutte le sue manifestazioni: segregazione razziale, disprezzo per gli altri, devastazione delle terre delle comunità indigene, tratta.

La canzone “Amazing Grace” e’ diventata più famosa del suo autore. Molti conoscono  l’inno, ma pochissimi hanno sentito parlare del suo compositore. La grazia, l’amore e il perdono di Dio hanno saputo trasformare il cuore di un essere peccatore e miserabile.  Dio perdona tutti e sempre! Egli stesso ci dice: “Non ricordatevi di ieri, non pensate alle cose del passato”, “Farò qualcosa di nuovo” (Is 43,16-19): questa è la promessa di Dio. E Dio mantiene sempre le sue promesse.

Nulla è impossibile per Dio (Lc 1,37). Noi siamo le sue braccia su questa terra, e possiamo cambiare le strutture del peccato che mantengono la discriminazione razziale tra di noi. Dio ha bisogno dell’uomo per continuare la sua opera. Quanto è grande Dio che usa gli uomini per la costruzione del suo Regno! Quanto è ammirevole nostro Signore che, attraverso la composizione di Newton, ha toccato (e tocca ancora) il cuore di milioni di persone!

Siamo deboli e peccatori, sì, ma Dio si serve di chi vuole e come vuole, anche di un grande peccatore come John Newton che ha scoperto l’amore infinito di nostro Signore e che, attraverso il suo canto, ha cambiato il cuore di pietra di molte persone in un cuore di carne, sensibile e pentito.

Testo di “Amazing Grace”:

Amazing grace! (how sweet the sound)
That sav’d a wretch like me!
I once was lost, but now am found,
Was blind, but now I see.

Twas grace that taught my heart to fear,
And grace my fears reliev’d;
How precious did that grace appear,
The hour I first believ’d!

Thro’ many dangers, toils and snares,
I have already come;
‘Tis grace has brought me safe thus far,
And grace will lead me home.

The Lord has promis’d good to me,
His word my hope secures;
He will my shield and portion be,
As long as life endures.

Yes, when this flesh and heart shall fail,
And mortal life shall cease;
I shall possess, within the veil,
A life of joy and peace.

The earth shall soon dissolve like snow,
The sun forbear to shine;
But God, who call’d me here below,
Will be forever mine.

When we’ve been there ten thousand years,
Bright shining like the sun,
We’ve no less days to sing God’s praise
Than when we first begun.

Traduzione:

Meravigliosa grazia (che dolce suono)
quello che ha salvato un miserabile come me.
Mi ero perso, ma sono stato trovato.
Ero cieco, ma ora vedo.

La grazia ha insegnato al mio cuore a temere,
e mi ha liberato dalle mie paure;
Che grazia preziosa,
nell’ora in cui ho creduto per la prima volta!

Attraverso molti pericoli, posti di lavoro e trappole,
L’ho già superato;
e fino ad oggi la sua grazia mi ha tenuto al sicuro,
grazia che mi riporterà a casa.

Le promesse di Dio sono buone,
la tua parola assicura la mia speranza;
Egli sarà il mio scudo e la mia trama
per tutta la vita.

Sì: quando questa carne e questo cuore falliscono
e la vita mortale cessa,
Io possederò, dentro il velo,
una vita di gioia e di pace.

La terra si dissolverà presto come neve,
il sole smetterà di splendere.
Ma Dio, che mi ha chiamato,
sarà con me per sempre.

Quando siamo lì da diecimila anni,
che splende come il sole,
non ci saranno meno giorni per cantare le lodi di Dio
di quando abbiamo iniziato a farlo.

Alcune interpretazioni di “Amazing Grace”

Ci sono molte interpretazioni di questa canzone che possono essere scoperte su Internet. Vi invito ad ascoltare i seguenti:

Jennifer Hudson ha dato un’impressionante interpretazione dell’inno durante il funerale di Aretha Franklin il 31 agosto 2018 a Detroit. Da non perdere:

Chris Tomlin è un artista evangelico americano che ci offre in questo video una versione acustica della canzone:

Naturally Seven è un meraviglioso settetto vocale newyorkese. Qui li ascoltiamo in una versione impressionante con molti tocchi jazz:

Whitney Houston è stata una delle grandi dive della canzone dei Soul, con un passato di tossicodipendenza e di amore turbolento e vita familiare fino alla morte avvenuta nel 2012. In questo video la vediamo cantare “Amazing Grace” a Johannesburg, in Sudafrica:

Mahalia Jackson è, senza dubbio, la più importante cantante gospel del XX secolo. In questo video ci offre la sua versione personale della canzone:

Javier F. Chento
twitter icon @javierchento
facebook icon JavierChento

Tags:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

VinFlix

VFO

Pin It on Pinterest

Share This