Chiudere gli occhi davanti alla corruzione che ci invade non serve a niente.

 

Se vogliamo porre fine alla corruzione che fa tanti danni nel mondo, guardiamola in faccia e parliamo chiaro, come fa Papa Francesco.

“Cosa c’è alla base della schiavitù, della disoccupazione, dell’abbandono dei beni comuni e della natura? La corruzione, un processo mortale che nutre la cultura della morte. Perché la brama del potere e dell’avere non conosce limiti. La corruzione non si combatte con il silenzio. Dobbiamo parlarne, denunciarne i mali, comprenderla per poter mostrare la volontà di far valere la misericordia sulla meschinità, la bellezza sul nulla. Preghiamo insieme perché coloro che hanno un potere materiale, politico o spirituale non si lascino dominare dalla corruzione.”


Tags: