ultime notizie su COVID-19

La Provincia China CM durante COVID-19: Solidaridad en Acción a Larga-Distancia

da | Mar 4, 2020 | Notizie sulla Famiglia Vincenziana | 0 commenti

Quando la notizia del nuovo coronavirus letale (COVID-19) si diffuse tra la popolazione locale della Cina, tutti i confratelli meno uno si trovavano in casa, di ritorno dal lungo Capodanno cinese. Il governo vietò tutte le riunioni pubbliche e limitò fortemente la maggior parte dei viaggi per contenere il virus che si era manifestato nella città di Wuhan, capitale della provincia di Hubei – la zona dove il nostro Confratello P.Gabriele Perboyre fu martirizzato.

Padre Paul Xi, l’unico fratello che non è stato in grado di tornare a casa prima dei divieti governativi e della  loro messa in atto, è confinato nella  povera  canonica della sua Parrocchia.  Riceve  le provviste dalla generosità e dalla gentilezza di alcuni parrocchiani. Altri confratelli, anche se volessero  stare con i loro parrocchiani in questi tempi difficili, non lo possono fare troppo a causa delle restrizioni. 

In realtà è da lontano che si stanno  realizzando gli interventi di aiuto  per  le persone colpite dal virus.. Conoscendo la gravità della situazione l’Ufficio Provinciale stabilito  nella città di Tapei si è messo immediatamente in contatto con Jinde Caritas, una organizzazione stabilita a  Shijiazhuang e un buon partner della CM nei servizi sociali e in  altri programmi, per aiutare nelle necessità di emergenza delle persone del posto, soprattutto coloro che sono poveri. Grazie alla Curia Generale e ad altre Province che hanno risposto all’appello della Provincia della Cina, un certo numero di persone è stato dotato di maschere protettive e altre forniture, per proteggersi dal  virus mortale. Le persone del luogo sono commosse dalla generosità e dall’efficacia della Congregazione della Missione nel rispondere alla loro richiesta. I soldi ricevuti dall’estero sono stati  inviati in Germania per comprare maschere protettive e forniture per i primi soccorritori e per le persone povere della  campagna. La domanda di tali materiali all’interno della Cina è così elevata che il denaro non è sufficiente   in questo tempo di emergenza.

Malgrado le distanze cerchiamo un modo per aiutare in questa situazione di  emergenza. Dobbiamo menzionare il P. Joseph Lin, un confratello cinese  stabilito a  Queens, New York. I suoi sforzi per dimostrare  solidarietà con le sofferenze del popolo cinese non si limitano solo alla preghiera ma si concretizzano in azioni reali per far qualcosa per i poveri. Ha  organizzato instancabilmente la Comunità degli immigrati cinesi per donare maschere protettive e altre forniture  per la Cina.. Ha intrapreso la strada dell’azione a distanza per offrire solidarietà agli infettati.

Sebbene questo nuovo coronavirus ha limitato e isolato molti, la nostra carità senza dubbio, non conosce frontiere . La Congregazione della Missione lo ha dimostrato  a con la solidarietà a grande distanza.

Ferdinand Labitag, CM
Visitatore
Provincia delle  China
26 Febbraio 2020
Fonte: https://cmglobal.org/

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This