ultime notizie su COVID-19

Intervista a Josè Guillermo Bolivar, presidente di “Aguapaneleros de la Noche” (Colombia)

da | Nov 12, 2020 | Notizie sulla Famiglia Vincenziana | 0 commenti

Guillermo, come è iniziata l’avventura della Fondazione “Aguapaneleros de la Noche”? E perché si chiamano così? Chi ha scelto il nome?

La Fondazione Aguapaneleros de la Noche Laicos Vicentinos è nata per iniziativa e vocazione della coppia José Guilleagaprmo Bolívar e Mary Luz Molina, 23 anni fa, nella città di Medellín (Colombia). Abbiamo iniziato ad aiutare un gruppo di persone – bambini, giovani, adulti e anziani – che vivevano per strada, dando loro acqua calda e qualcosa da mangiare, per la maggior parte di loro era l’unico pasto della giornata.

La Fondazione si chiama Aguapaneleros de la Noche, perché l’aguapanela è una bevanda tradizionale della nostra regione, nelle notti fredde la gente la beve molto calda, ed è un ottimo cibo, ricco di calorie.

Il nome Aguapaneleros ci è stato dato dagli stessi abitanti della strada, quando ci vedevano arrivare con le pentole piene di aguadepanela, uscivano per incontrarci ed esclamavano: “I piccoli fratelli aguapaneleros sono qui!”

La vostra è una fondazione formata da laici vincenziani. Qual è la specificità del vostro carisma e della vostra missione?

Il nostro carisma è quello di seguire Gesù Cristo, l’Evangelizzatore dei poveri, così come il nostro patrono, San Vincenzo de’ Paoli.

La specificità del nostro carisma è di fornire un’assistenza completa alle persone di strada e ad altre persone non protette ai margini della società, a causa della tossicodipendenza, dell’alcolismo o di altre sostanze psicoattive. Accompagniamo e aiutiamo anche le madri, i capifamiglia senza risorse, ispirati dal Vangelo e dalla dottrina sociale della Chiesa alla luce del carisma, della spiritualità e degli insegnamenti di San Vincenzo de’ Paoli e di Santa Luisa de Marillac, con l’obiettivo di servire i poveri, cercando la trasformazione sociale.

La nostra Missione è quella di sviluppare e promuovere azioni e spazi che favoriscano l’accompagnamento e la solidarietà con gli abitanti della strada e le madri, i capifamiglia privi di risorse, attenti alle esigenze di alimentazione e di sostegno emotivo, collaborando al miglioramento della loro qualità di vita, delle difficili condizioni che presentano e al recupero della loro dignità umana, attraverso l’amore verso l’altro, il rispetto e la tolleranza di tutti coloro che partecipano a questo scopo.

In questo periodo di pandemia, quali sono i bisogni più grandi che avete incontrato e quali settori della popolazione stanno soffrendo di più?

Durante questa pandemia i bisogni più grandi che abbiamo incontrato sono la fame fisica, la mancanza di una casa e la disoccupazione. I settori che soffrono di più sono le persone che vivono in strada, le madri disoccupate e i bambini senza casa.

Lo scorso gennaio ha partecipato all’incontro della Famiglia Vincenziana Internazionale a Roma. Dopo quasi un anno, cosa conserva nel cuore di questa iniziativa?

All’Incontro Internazionale della Famiglia Vincenziana a Roma, dove abbiamo avuto la benedizione di Dio per potervi partecipare, abbiamo scoperto una spiritualità profondamente missionaria. Inoltre, abbiamo potuto vedere la ricchezza del carisma vincenziano ed essere convinti della sua validità per le generazioni future. Abbiamo anche sentito che le forze della Famiglia Vincenziana erano unite nel servizio dei nostri fratelli e sorelle più poveri.

Ora tutti noi sperimentiamo un impegno maggiore, perché è chiaro che non siamo soli in questa grande Missione, alla quale un giorno abbiamo detto SÌ.

Come “Aguapaneleros de la Noche”, avete un motto, una frase che vi identifica o vi ispira?

La frase che ci ispira è quella dello scrittore Eduardo Galeano: “Tante piccole persone, in piccoli luoghi, facendo piccole cose, possono cambiare il mondo”.

Tags:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This