La Conferenza Internazionale della FAMVIN Alleanza con le persone senza dimora si è tenuta a Roma dal 26 al 28 novembre 2018 presso la casa di Maria Immacolata delle Figlie della Carità. Questa istituzione è stata creata l’anno scorso per commemorare il 400 ° anniversario del nostro carisma vincenziano ed è stata presentata a Papa Francesco nella Città del Vaticano.

Questa conferenza si è concentrata su tre aspetti:

1.- Su coloro che non hanno una casa, sono rifugiati, sfollati e coloro che non hanno una casa perché hanno dovuto fuggire dalla guerra o da un disastro naturale.
2.- Abitanti dei quartieri periferici e coloro che vivono in case estremamente inadeguate nelle città.
3.- I senzatetto che vivono in strada e anche quelli che per vari motivi dormono in strada o nei rifugi.

Questa conferenza ha riunito più di 100 persone e ha avuto esperti che hanno mostrato le loro esperienze spiegando come possiamo migliorare il nostro servizio ai poveri.

Ha presentato il Convegno il responsabile della FHA, Mark McGreevy e tra gli altri partecipanti padre Robert Maloney CM assistente spirituale CGI SSVP, padre Aaron Gutierrez CM Assistente Generale Superiore Generale della CM, suor Kathleen Appler Figlia della Carità, Superiora Generale delle Figlie della Carità, P. Joseph Agostino, coordinatore internazionale dell’Ufficio della Famiglia Vincenziana a Roma e membri di vari rami della Famvin e comprendente una folta rappresentanza di presidenti nazionali della SSVP: da Australia, Brasile, Spagna, Stati Uniti, Libano, Malawi, Libano, Zambia, Zimbabwe, Guatemala, India, ecc.

L’obiettivo dell’incontro è stato di realizzare uno spazio comune anche per la Famiglia Vincenziana in ordine alle attività di questo tipo.

Sono stati discussi alcuni temi: la schiavitù e il problema dei senzatetto, come raccogliere fondi per la costruzione di case, come migliorare i servizi sanitari per i senzatetto e anche la presenza della questione dei senza dimora nell’Agenda delle Nazioni Unite e della Chiesa. Inoltre si è parlato su come poter sentire meglio la voce dei più poveri e replicarla nei vari forum. Ci sono stati anche casi concreti di cooperazione della Famiglia Vincenziana in alcuni paesi, specialmente in America Latina, dove l’SSVP è presente in quasi tutti i progetti di questo tipo.

Questo progetto è presente nell’enciclica “Laudato Si” Papa Francesco, che ha spiegato con molta passione monsignor Bruno Maria Duffé, Segretario del Dipartimento per la Promozione e Sviluppo integrale dell’uomo.

L’idea di fondo è che con la collaborazione di tutta la Famiglia Vincenziana si può lavorare per fare una differenza reale e sostenibile nella vita di molte persone in strada, la crescita di nuovi servizi è incoraggiata, una rete viene costruita tra Gruppi vincenziani, che sostengono e sviluppano i leader per portare avanti queste azioni e condividere le migliori pratiche che abbiamo nella Famiglia Vincenziana.

Tutto questo dal punto di vista della spiritualità vincenziana si fonda sull’enciclica “Laudato Si”.

Il progetto è stato chiamato “13 Case” perché è ispirato alle prime tredici case costruite da San Vincenzo de ‘Paoli. La FHA ci invita a favorire questa attenzione nei nostri coordinatori nazionali o locali della FAMVIN come un’opportunità per iniziare un primo progetto comune per i senzatetto.

In coincidenza con le date di anniversario della Madonna della Medaglia Miracolosa, una solenne Eucaristia è stata celebrata nel Collegio Apostolico Leoniano dei Missionari Vincenziani presieduta da S. Em. Cardinale Angelo De Donatis, Vicario Generale di Sua Santità.

Fonte: https://vincentians.ssvpglobal.org/


Tags:

Pin It on Pinterest

Share This