Con la missione popolare “La Parrocchia intorno alla Parola” (Giovani e Famiglia), Minori sta celebrando il primo importante appuntamento nell’ambito delle celebrazioni del 225° anniversario del secondo ritrovamento delle reliquie di Santa Trofimena avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 novembre 1793.

Celebrazione dell’invio in missione

Il 2018 , infatti, è un anno speciale di fede, indetto dall’arcivescovo Orazio Soricelli, con suo decreto, il 27 novembre 2017, per concludersi il 27 novembre 2018.

Dal 25 febbraio al 4 marzo, in piena Quaresima, la missione popolare vuole richiamare l’attenzione su temi di grande attualità e valenza, di ordine religioso e sociale. Durante la missione, che è stata preceduta da un’indagine mirata a testare il grado di sensibilità etico-religiosa della comunità minorese, l’ equipe dei Padri Vincenziani, guidata da P. Salvatore Farì (Superiore dei Missionari Vincenziani di Via Vergini a Napoli e delegato episcopale per i religiosi dell’Arcidiocesi di Napoli) aiuterà la comunità a comprendere l’essere cristiani oggi, a leggere la realtà, ad avvicinare tutte le componenti della società minorese per un condiviso e sereno confronto, per aiutarci a vivere il nostro anno speciale in un modo nuovo che possa significare l’avvio di un nuovo corso, non solo per la comunità ecclesiale ma per l’intera società.

P. Salvatore Farì insieme a don Luigi Merola e al parroco, don Ennio Paolillo

Nella prima giornata di attività, lunedì 26 febbraio, ha radunato i giovani di Minori in un evento molto importante. Infatti, alle ore 19, nella tensostruttura comunale, si è tenuto un evento sportivo con una partita amichevole di pallacanestro tra il GS Minori e una rappresentativa di atleti di Angri, Scafati, Sant’Egidio del Monte Albino e Sarno. A questo ha fatto seguito l’incontro con don Luigi Merola, presidente dell’Associazione A’ voce d’ ‘e creature, impegnato in campo sociale a favore di ragazzi e giovani e soprattutto nella lotta alla camorra.

 «Il primo appuntamento – riferisce il parroco don Ennio Paolillo – l’abbiamo pensato per i giovani e coi giovani. In un clima a loro particolarmente gradito, quello dello sport. L’ incontro con don Luigi Merola affronta un tema di vitale importanza per la società intera: legalità e giustizia. La Chiesa deve farsi carico di questo problema perché accanto alla evangelizzazione deve offrire il proprio contributo, ispirato alla fede in Gesù Cristo, alla soluzione di ogni problema della comunità umana alla quale appartiene. Un tema di così grande rilevanza ha bisogno di testimoni credibili ed autentici e don Luigi Merola indubbiamente lo è.».

Con questo primo appuntamento inizia l’impegno in campo sociale che, unito a quello nel campo prettamente religioso, vuole connotare la missione popolare. Esso precede un altro importante appuntamento, quello del giorno 1° marzo, con le istituzioni e le varie componenti della società minorese: la giornata sociale, sempre alle 19, nell’aula consiliare del Comune di Minori.

«Il tema della legalità e della giustizia – prosegue il parroco – è particolarmente avvertito da tutti i genitori. Le famiglie vivono quotidianamente i vari problemi legati alla mancanza di tali valori che mettono in gioco non solo la vita delle persone e la loro pacifica convivenza, ma la stessa concezione dell’uomo. Allora siamo tutti chiamati ad uno sforzo convergente per offrire ai più piccoli punti di riferimento certi, per proporre attività educative e formative che, per forza di cose, devono avere in prima linea famiglie e scuole. Con questa missione popolare vogliamo promuovere una presa di coscienza collettiva e sensibilizzare tutti su questa urgente necessità».


Tags: