Genesi 2,7-9; 3,1-7;
Salmo 50;
Romani 5,12-19;
Matteo 4,1-11

Lectio

Nel brano del vangelo secondo Matteo è posto a confronto Gesù con Adamo ed Eva. Questi non resistono alla tentazione dell’auto affermazione, Gesù invece è il modello di coloro che vivono per cercare di compiere la volontà del Padre.
Infatti, nel racconto delle Tentazioni si narra come il giusto, impersonato da Gesù, si rechi nel deserto. Ora, nel linguaggio biblico: andare nel deserto, significa porsi al cospetto di Dio, per compiere la sua volontà. Il periodo 40 giorni, rispecchia i 40 anni che Israele trascorse nel deserto, prima di giungere alla terra promessa. Anche qui il confronto: Israele rimane 40 anni nel deserto a causa delle sue ribellioni a Dio. Gesù 40 giorni: è colui che sarà il capo del nuovo popolo di Dio.
Gesù non cerca la sua autorealizzazione, quello gli propone Satana, che impersona tutto ciò che ci allontana dal vangelo, ma si preoccupa di compiere, costi quel che costi, la volontà del Padre.

Meditatio

Cercare di compire, costi quel che costi, la volontà del Padre. Ecco il senso della Quaresima.
Infatti, questo periodo dell’anno liturgico – come del resto ogni altro periodo – intende ricordarci un punto essenziale della vita cristiana, che dovremmo vivere nella quotidianità.
Chiediamoci: in quale misura io cerco veramente di compiere la volontà del Padre?
In fondo le proposte che Satana fa a Gesù sono tutt’altro che illogiche: cerca di fare i tuoi interessi, servendoti delle cose sante: trasformare le pietre in pane. Così tutti potranno cibarsene gratuitamente; mostrare la sua divinità, così il popolo ebraico avrebbe potuto adorarlo. Gesù rifiuta perché questo è fare i propri interessi e non quelli del Padre, per cui egli era venuto.
Ma un buon e pio cattolico risponderebbe: esagerato, poteva fare tanto bene lo stesso, senza tutto quel pandemonio scatenato con sua predicazione e con la passione. Questa è la logica delle tre scimmiette, ricordate: io non vedo, io non sento, io non parlo. In sintesi, ognuno faccia ciò che vuole, basta che non ci si pesti i piedi! Quanto male ha fatto e fa ancora oggi nella Chiesa questo modo di agire. Proprio di queste ultime ore è la notizia delle dimissioni
Marie Collins della commissione vaticana anti-abusi, per la mancata collaborazione di alcuni Dicasteri della Curia romana, con la suddetta commissione.
La signora Collins avrebbe potuto far finta di nulla, si trovava nella Commissione, era divenuta una persona importante ecc, ecc…ma il Figlio dell’uomo dovrà essere rifiutato dai capi del popolo […], questo è lo scandalo che, spesso i buoni cattolici, educati, come le tre scimmiette, ad un cristianesimo indolore e senza senso, non sopportano ed invocano Dio – un dio che non è quello di Gesù Cristo – perché risolva i problemi ascoltando le loro preghiere, senza che si compromettano ma, perché loro non si fermano a soccorrere il malcapitato, perché danno più importanza alle sfumature che alla sostanza dei problemi.
In questa Quaresima vorrei confermare tutti quei cristiani che, a causa della loro fedeltà al vangelo, soffrono ingiustizie e soprusi, all’interno della Chiesa e anche da parte di coloro che dovrebbero essere guide e, come dice il vangelo sono mercenari e, quando viene il lupo fuggono, per salvare i loro interessi.
Vorrei confermare gli adolescenti che hanno di fronte genitori che seguono il Signore, dicendo loro che il senso della vita, non è l’autorealizzazione proposta da Satana a Gesù, ma la croce!! È il compiere, costi quel che costi, la volontà del Padre. Ricordate che, anche in Israele, coloro che avrebbero dovuto essere le guide del popolo, proposero a Gesù, secondo il loro buon senso, di scendere dalla croce e di allinearsi ma, egli non scese…….Loro che avrebbero dovuto capire, non vollero capire, il buon ladrone, considerato da questi un pezzente, invece comprese. Il vangelo ci ricorda: Siate pronti! Perché il Signore passa. Questo monito del Signore è anche l’impegno per tutti noi scout: Siate pronti. Siate pronti anche ad ascoltare ciò che un profeta del nostro tempo ci dice, si tratta di papa Francesco. Leggetevi il discorso sulla Quaresima.

Buona domenica.